Un Fioraio rifiuta di addobbare con fiori un matrimonio Gay

Sono stato un fioraio a Richmond, Washington. Per più di 30 anni. In quel tempo, ho sviluppato stretti rapporti con molti dei miei clienti. Uno dei miei preferiti è stato Rob Ingersoll. Ingersoll si intratteneva con piacere spesso a parlare. Come me, aveva un occhio artistico. Mi piacerebbe provare a creare addobbi davvero speciale per lui. Sapevo che era gay, ma non mi importava – Ho sempre apprezzato la sua compagnia e la sua creatività. Poi mi ha chiesto di creare delle composizioni floreali per il suo matrimonio. Io amo Rob, e io ero sempre stato felice di progettare addobbi per il suo giorno special Ma c’è qualcosa di diverso in un matrimonio. Ogni persona che opera in professioni creative come me, deve regolarmente prendere decisioni su dove prestare il proprio talento artistico e a quali eventi partecipare.Per me, conta molto il messaggio che sto comunicando quando qualcuno mi chiede di “dirlo con i fiori.” Sono cresciuto in una famiglia cristiana.

Nella mia tradizione religiosa, il matrimonio è una cerimonia sacra tra un uomo, una donna e Cristo. Si tratta di un patto con la chiesa. Per partecipare a un matrimonio che viola questi principi viola il nucleo della mia fede. Quando Rob mi ha chiesto di addobbargli la location per il suo matrimonio, ho pensato con molta attenzione. Ho parlato con mio marito cercando di farmi dare una mano sulla decisione da prendere, ed ho pregato tanto. Alla fine ho voluto rimanere fedele alla mia fede. Non ho potuto farlo e mi sono rifiutato. Quando l’ho detto a Rob, mi sentivo malissimo del fatto che non ho potuto condividere questo giorno con lui, come avevo condiviso tanti con lui prima. Ho preso le sue mani e dissi: “Mi dispiace non posso fare il vostro matrimonio a causa del mio rapporto con Gesù Cristo.” Rob disse di comprendermi, e che sperava che sua madre lo avrebbe voluto accompagnare nel suo percorso lungo la navata, anche se non ci sperava. Abbiamo parlato di come lui si è fidanzato e perché hanno deciso di sposarsi dopo tutti questi anni. Alla fine mi ha chiesto i nomi di altri negozi di fiori. Gli ho dato i nomi dei tre artisti floreali che sapevo avrebbe fatto un buon lavoro, perché sapevo che avrebbe voluto qualcosa di molto speciale. Ci siamo abbracciati e lui è andato via. Non avrei mai immaginato quello che sarebbe successo dopo. Bob Ferguson mi ha fatto causa dopo aver sentito dai media ciò che era accaduto. E ‘stato scioccante. Ancora più sorprendente, Rob e il suo partner Curt, con i loro avvocati, hanno presentato querela poco dopo. Un giudice mi ha condannato ma ho fatto appello. Abbiamo sempre sentito dire che il matrimonio tra persone dello stesso sesso non avrebbe mai dovuto colpire chiunque a parte le coppie dello stesso sesso che volevano sposarsi. Ma un giudice di recente mi ha detto che la mia libertà di vivere e lavorare secondo le mie convinzioni sul matrimonio è scaduta, il matrimonio il giorno stesso sesso della mia condanna è diventato legge nel mio stato. Non si tratta di bigottismo. Ho avuto collaboratori e amici gay e lesbiche. Ed è importante ricordare che Rob era un cliente di lunga data e amico, nonostante le nostre diverse convinzioni sul matrimonio. Quando ho dovuto fare riferimento a lui per questo evento, ho fatto tutto il possibile per evitare di ferire i suoi sentimenti e credevo saremmo rimasti amici quando ha lasciato il negozio. Ha ottenuto abbastanza offerte dopo che questa situazione è diventata pubblica, per fare circa 20 matrimoni. A Washington, Rob e Curt hanno il diritto di ottenere una licenza di matrimonio. Ma questo non significa che lo Stato deve essere in grado di costringere le persone nelle professioni creative come me a fare ciò che non vogliono. Tutti abbiamo diversi punti di vista su come vivere la nostra vita. Una cosa che ho amato del nostro paese è che proteggiamo la libertà di espressione artistica e il diritto di non essere d’accordo su questo tipo di problemi. Anche se mi vogliono punire, non potranno mai cambiare la mia fede, cosa accede nel mio rapporto con i miei clienti, nella mia vita privata.Avere la coscienza pulita significa molto per me più di qualsiasi somma di denaro. Rob e Curt hanno le loro convinzioni sul matrimonio e non devono assolutamente essere fermati dallo stato o dalle leggi, ma questo tipo di libertà deve valere anche per me, onesta lavoratrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *