Regalare piante

Regalare piante

Ci si orienta spesso, per fare un regalo ad un amico o un parente, verso la scelta di un omaggio floreale, regalare una pianta o un mazzo di fiori. Soprattutto se c’è di mezzo una signora, la scelta di regalare piante grasse, regalare piante da interni o piante da esterno sembra quasi d’ obbligo.

Spesso ci si lascia consigliare frettolosamente dal fioraio di fiducia, persi nella frenesia della vita quotidiana e capita spessissimo di portare al destinatario del regalo sempre le stesse piante, come ad esempio i bonsai finti o fiori e piante artificiali oppure cerchiamo una pianta appariscente o costosa.

Leggi ancora

La gerbera

La gerbera

L’origine

La gerbera è una pianta originaria dell’Africa meridionale, più specificatamente degli altopiani del Transvaal e del Natal dove cresce spontaneamente all ‘ombra delle rocce e degli alberi. Una particolarità di questa pianta è che i suoi fiori si aprono con la luce del giorno e si chiudono al tramonto. Le foglie, leggermente pelose e vellutate hanno i margini frastagliati mentre i fiori, molto simili a quelli delle margherita, hanno petali stretti e lunghi con tonalità di colori accesi.

Leggi ancora

Latifoglie

Latifoglie

Fra le palme più comuni coltivate lungo i nostri litorali è la Phoenix canariensis delle Fenicacee, provenienti dalle Canarie, somigliante alla palma da dattero, però più esile e con foglie più numerose. Lo stile è eretto, grosso, non ramificato, segnate dalle cicatrici delle foglie cadute, portante all’apice una corona di lunghissime foglie glauche, rigide, pennate, a segmenti stretti e allungati.

È specie a rapido accrescimento che può essere spostata anche sotto forma di esemplari non più giovani, durante i mesi estivi, con l’avvertenza di sottoporre subito dopo la pianta ad un’irrigazione della chioma continuata per parecchi giorni.

Leggi ancora

Gli Aceri per decorare i giardini e non solo

Gli Aceri per decorare i giardini e non solo

Molte persone che praticano giardinaggio, scelgono quasi sempre, di piantare gli aceri che appartengono  alla famiglia delle Aceracee. L’ acero montano, viene piantato molto spesso nei viali, è molto grande, ha un folto fogliame le cui foglie sono palmate a cinque lobi ovali e dentellati.

I frutti di quest’albero sono i  disamare, più precisamente sono costituiti da due semi legati ad un unico gambo. L’ acero montanaro resiste al freddo e si adatta a tutti i suoli ma non devono essere troppo aridi, le foglie sono di color porporino.

Leggi ancora

L’ albero di Giuda e la Sofora del Giappone

L’ albero di Giuda e la Sofora del Giappone

Un albero che appartiene alle Cesalpiniacee, dove un tempo insieme alle moderne Mimosacee e Fabacee, venivano classificate in quella delle Leguminose, è il Siliquastro o chiamato anche albero di Giuda.

Infatti quest’ albero genera  legumi, e crescono sul tronco e sui rami, perché i fiori nascono in queste zone dell’albero. In primavera possiamo vedere i suoi meravigliosi fiori di color roseo-lilacino, le foglie sono a forma di cuore e  piantate al picciolo.

Leggi ancora

Decorare i giardini con i Ciliegi Giapponesi

Decorare i giardini con i Ciliegi Giapponesi

Nel precedente articolo, abbiamo parlato di come sia possibile decorare giardini con piante da esterno, ed abbiamo visto la differenza tra alberi d’alto fusto ed arbusti.

Per chi ama curare i propri giardini, l’ ideale è il ciliegio giapponese delle Rosacee ( Prunus serrulata,) un albero prettamente primaverile.

Esso ha un a gran somiglianza, con il ciliegio tradizionale, ed è dovuta dalla sfaldatura del cerchio della corteccia, dalla forma delle foglie e i frutti che danno. Mentre l’unicità di quest’albero è dovuta dalla splendida fioritura delle corolle, le quali hanno colori duplici, variando dal bianco al rosa.

Leggi ancora

Piante da esterno per decorare giardini

Piante da esterno per decorare giardini

Le piante legnose che si impiegano per decorazione dei giardini e de parchi si dicono ornamentali in quanto la forma e il portamento della loro chioma, il colore e la trama del loro fogliame, i fiori, i frutti, la corteccia e cosi via, presentano dei pregi estetici.

Di solito si distinguono gli alberi d’ alto fusto dagli arbusti di forma cespugliosa anche perchè la loro utilizzazione è diversa. I  primi di solito vengono utilizzati per ornare viali, gallerie, boschetti; mentre i secondi sono spesso impiegati per creare siepi, schermi bassi, piccoli centro aiuola e per arricchire i giardini rocciosi.

Leggi ancora